Quando l’amore guarisce

La legge evolutiva dell’Amore

di MariaGrazia Smajato

Prendere in mano “L’amore che guarisce” è, come si evince dal disegno di copertina, un “prendersi in mano”, avere cura di sé, cominciando un vero e proprio cammino di guarigione interiore in un percorso evolutivo; nel testo, tale “evoluzione” viene significativamente rappresentata dall’espressione grafica di una stella a sei punte, simbolo in cui si identifica l’uomo e il suo percorso evolutivo che va dalla consapevolezza del bisogno di ricevere amore al bisogno di donarlo, attraverso passaggi “obbligati” che si attuano nel nostro cuore e nel profondo di noi stessi.

Questo libro si offre ai lettori e alle lettrici, come efficace "sostegno" e "guida", quale "compagno", per così dire, nel cammino e percorso di conoscenza di sé: semplice e lineare, agevole e divulgativo, il testo, infatti, non è destinato agli “addetti ai lavori”, ma a tutti i cercatori del sé, agli esploratori del profondo, ai cultori della propria interiorità, ai "pellegrini" dell’assoluto e dell’essenziale, a tutti coloro che si sentono invitati alla festa della vita per gustare il banchetto dell’amore di cui tutti hanno fame: amore ricevuto, amore dato e regalato; Amore nato dall’Amore di Dio, sorgente viva e fluente di ogni amore, Amore che è Energia che pervade tutto e tutti.

Tale percorso evolutivo, durante l’esistenza umana, porta alla guarigione interiore e della persona che ama e di chi è amato, “ poiché, in amore, ogni atto è terapeutico…” “Amare apre il cuore e lo rende capace di ricevere altro amore”. In questa “terapia d’amore”, anche le ferite più profonde vengono lenite o guarite e trasformate in “luoghi” di luce, di misericordia e compassione, di pace nei confronti di sé stessi e del prossimo.”

Per camminare in questo arduo sentiero, il libro si pone quale umile strumento di lavoro sia per la parte teorica della legge dell’amore e la sua evoluzione, sia per la parte esperienziale composta di esercizi pratici, grazie ai quali chiunque si approcci a questo cammino, può verificarsi, sia per il supporto offerto al lettore come confronto di alcuni casi clinici che diventano esemplificativi del cammino dell’amore. Grazie, allora all’autrice per averci offerto il prezioso sussidio e al lettore… “Buon cammino”.

Urbino, 15.04.2013 Suor Chiara Carla Cabras (monaca clarissa)

Presentazione

Tre anni fa ho intrapreso l’avventura di scrivere questo libro quando il mondo conscio e quello inconscio hanno avuto una parte principale ed importante nella stesura dei miei pensieri, delle mie conoscenze e delle mie esperienze umane, professionali e personali. L’inizio di questo percorso “letterario” è stato fortemente stimolato da un importante sogno che, nella sua interpretazione, mi ha fatto riflettere sull’itinerante percorso umano che ogni persona vive nel tempo in cui sperimenta la sua esistenza terrena.

Oltre a questo ho intuito avendolo percepito attraverso me stessa e, attraverso i racconti di tanti miei pazienti, come la vita inizia prima del tempo terreno. Il sogno riguardava il simbolo di una grande stella a sei punte che danzava nell’universo illuminando la volta celeste e i suoi raggi creavano una sorta di collegamento tra la terra e il cielo. Ogni punta della stella era fortemente illuminata da una luce molto intensa e sprigionava un’energia vitale che emanava un calore così potente da avvolgere ogni essere della terra e del cielo.

Ho cominciato allora a riflettere su questo sogno e sulla corrispondenza con la mia realtà e non c’è voluto molto a capire che per me aveva un forte senso perché avvalorava le mie intuizioni, spesso confermate anche da esperienze personali sulla potente connessione che lega la dimensione celeste con quella terrena. Sentire, percepire, sognare la propria origine divina è quanto di più commovente possa sperimentare l’essere umano. Averla sperimentata e sentita raccontare dai pazienti, mi ha spesso condotta ad una commozione infinita che mi ha fatto ricontattare il mio spazio e tempo divino.

L’altro ed importante aspetto che mi ha affascinato riguarda tutto ciò che in questa vita ci accompagna nel nostro cammino che è così potente da farci sperimentare il bene ricevuto nell’origine celeste. È qui che la stella a sei punte mi ha illuminato nella stesura di queste sei fasi vitali in cui ogni essere umano fa esperienza, nella propria vita, di una energia cosmica d’amore che lo guida a compiere il proprio cammino di bene. Credo profondamente che ogni individuo viva l’esperienza umana come un’opportunità per dare e ricevere il bene affinché l’energia d’Amore, di cui partecipa, venga propagata all’infinito come chiave di unione e di apertura di infiniti nuovi mondi.

Quello che ho scritto è il frutto di alcune mie intuizioni, di questo potente sogno, della mia esperienza professionale e dei numerosi studi e ricerche fatte in campo psicologico, umano e spirituale. Questo testo è anche il risultato di quanto ho creduto, vissuto e sperimentato nella mia vita.

Questo percorso racconta molto del mio cammino umano che non ha mai perso di vista questa “potenza spirituale”, non ultimo la grande e commovente esperienza della morte o meglio, del ritorno alla dimensione celeste, di mio padre avvenuta nei mesi estivi del 2012. Mentre lui chiudeva il suo cammino umano, io concludevo l’ultimo capitolo riguardante l’essere grati alla vita per quanto ci ha dato.

A tutt’oggi penso e ringrazio Dio, questa vita, per le grandi connessioni che uniscono ogni esperienza umana a tante altre esperienze, con tante sincronie esistenziali inaspettate, e con tanti e infiniti cuori che permettono a questo mondo di non fermarsi al male ma di guardare alto, di guardare e vivere il bene come natura infinitamente orientante della vita.

Di seguito viene presentato un caso clinico seguito attraverso l’utilizzo del percorso descritto dettagliatamente nel libro“Quando l’Amore guarisce”.

La storia di Gianni racconta l ’esperienza di un uomo sulla cinquantina, arrivato in terapia dopo la morte della moglie avvenuta un anno prima. Ad una prima osservazione Gianni mi appariva triste, depresso, ma era chiaramente una tristezza e un dolore reattivo alla perdita della moglie.

Piano piano, nei nostri incontri è cominciato ad apparire, oltre al dolore per aver perso la moglie, anche l’amore per la vita in ogni sua forma.

Si sentiva perso, smarrito, come se si fosse spenta quella fiammella luminosa che orientava la sua vita al bene, all’amore e si addolorava molto al solo pensiero di non ritrovare più questa direzione e di non riuscire più a sentire e trasmettere amore. Ad un certo punto ho proposto a Gianni di fare dei lavori di meditazione in cui, piano piano, potesse accedere ad una visione che andasse oltre al suo dolore. Mentre avvenivano queste sedute di terapia osservavo che Gianni usciva dallo studio sempre più rasserenato ed ogni volta, alla fine del nostro incontro, mi diceva “ora comincio a sentirmi un po’ in pace”.

Un giorno al termine di una seduta di meditazione, vedo illuminarsi il volto di Gianni. Allora gli chiedo cosa fosse avvenuto durante la sua meditazione e mi dice che aveva fatto un viaggio che lo aveva portato in un mondo a lui sconosciuto e che definiva come il “paradiso ” In quel luogo così bello e pieno di luce aveva incontrato Silvia, la moglie tanto amata, che gli aveva parlato di come stesse bene in quel luogo di luce e di pace dove lei si sentiva in armonia e continuava ad amarlo e a proteggerlo. Silvia desiderava che lui ritornasse ad essere felice come lo era stato con lei.

Al termine del loro incontro si erano abbracciati intensamente e poi lentamente si erano salutati.
Ad un certo punto Silvia era scomparsa dalla sua vista e in quel momento Gianni si era risvegliato e dentro di lui era comparsa una intensa e profonda pace. Lui definiva il suo stato interiore come se avesse, per la prima volta, contattato la sua anima. Ora si sentiva una “unità” in pace e definiva l’incontro con sua moglie, nel luogo celeste, rincontro delle loro anime che finalmente si erano riviste per salutarsi.

A quella seduta sono seguite altre terapie che ho definito di “guarigione ” perché avevo colto che Gianni era finalmente pronto a lasciare andare questa parte così importante della sua vita passata. Era pronto a riconoscere il grande amore che aveva vissuto con Silvia e ad esserne grato, ad essere finalmente riconoscente alla vita e a Dio per questo immenso dono d ’amore ricevuto.

Non c ’era più tristezza nel suo cuore, ma solo gratitudine e finalmente, il desiderio di offrire il suo amore.

Gli incontri con Gianni hanno seguito un iter terapeutico molto particolare per me, perché con lui ho potuto lavorare ad un livello più ampio, in cui il cammino umano si è intersecato con quello spirituale.

Sento a tutt’oggi molta gratitudine verso quest’uomo per quei momenti così intensi, ma lo sono ancora di più perché è ritornato ad essere un uomo felice. Ha incontrato, nella sua vita, un ’altra anima a lui corrispondente e con lei finalmente ha potuto rivivere il dono dell’amore umano.

Credo profondamente che ogni individuo viva l’esperienza umana come un’opportunità per dare e ricevere il bene affinché l’energia d’Amore, così potente, venga propagata all’infinito come chiave che unisce ed apre infiniti cuori ed infiniti mondi.

Quello che ho scritto è il frutto di alcune mie intuizioni, di un potente sogno, della mia esperienza professionale e dei numerosi studi e ricerche fatte in campo psicologico, umano e spirituale. Questo lavoro è anche il risultato di quanto ho creduto, vissuto e sperimentato nella mia vita.

Il percorso racconta molto del mio cammino umano, che non ha mai perso di vista questa “potenza spirituale”, durante il quale, non ultimo, ho vissuto ed accompagnato la grande e commovente esperienza della morte, o meglio, del ritorno alla dimensione celeste di mio padre avvenuto nei mesi estivi del 2012. Mentre lui chiudeva il suo cammino umano, io concludevo l’ultimo capitolo del libro che riguardava l’essere grati alla vita per quanto ci ha dato.

A tutt’oggi penso e ringrazio Dio e questa vita per le grandi connessioni che uniscono l’esperienza umana con tante altre esperienze, con tante sincronie esistenziali inaspettate e con tanti e infiniti cuori che permettono a questo mondo di non arrendersi al male, ma di guardare alto e vivere il bene come natura straordinariamente orientante alla vita.

Dove acquistare

Quando l’amore guarisce - La legge evolutiva dell’Amore - di MariaGrazia Smajato

Elenco delle librerie nelle quali è possibile acquistare il libro QUANDO l’AMORE GUARISCE. Ricordiamo inoltre che è possibile effettuare l’acquisto scrivendo all’indirizzo email: info@mariagraziasmajato.it oppure online su www.libreriauniversitaria.it

ELENCO LIBRERIE

  • BOLOGNA – LIBRERIA IRNERIO UBIK – Via Irnerio, 27 – 40126 – Tel 051 251050
  • CASTEL SAN PIETRO (BO) – LIBRERIA ATLANTIDE – Via Mazzini, 93
  • CESENATICO (FC) – LIBRERIA KATIE KING – Viale Leonardo da Vinci, 26
  • MIRANO (VE) – LIBRERIA MONDADORI – P.zza Martiri della Libertà, 12 – Tel. 041 4355707
  • PADOVA – LA FORMA DEL LIBRO – Via XX Settembre, 63 – Tel. 049 9817459
  • PADOVA – LIBRERIA ZABARELLA – Via Zabarella, 80 – Tel. 049 7389597